03/03/12

Sformato di finocchi e radicchio rosso

Non so se avete comprato l'ultimo numero di La Cucina italiana, la ricetta in copertina mi ha fatto venire l'acquolina in bocca... sformato di radicchio e finocchi, due ingredienti che cotti mi strapiacciono! Questa mattina dunque, mi sono messa ai fornelli. Non avendo però uno stampo a fascia tondo mi sono dovuta arrangiare, come potete vedere infatti, la forma non è tonda ma quadrata (dovrei chiamarlo "millefoglie" per fare la chic).




Cosa vi serve:
2 finocchi
2 cespi di radicchio rosso
50gr. di pancetta tesa
40gr .mandorle pelate
30gr. burro
12 fette di pancarré
3 uova
timo
prezzemolo riccio,
aglio e scalogno
grana grattugiato
salvia
olio extravergine d'oliva
sale
burro e pangrattato per lo stampo

Mondate i finocchi eliminando i gambi e le guaine esterne, poi tagliateli a fette spesse 5-7 mm e immergeteli in acqua fredda. Mondate e lavate il radicchio, tagliatelo prima in due trasversalmente, poi a fettine sottili per il lungo. Unite in casseruola 2-3 rametti di timo, uno scalogno, il burro e le fette di finocchio. Salate, bagnate con un mestolo di acqua, coprite e a fuoco massimo portate a ebollizione, poi abbassate e cuocete per 10'. Arrostite, in una larga padella, in due o tre riprese, il radicchio: scaldate 2 cucchiai di olio alla volta e saltatelo a fuoco vivo per circa 2', mescolando e salando solo alla fine. Riunite poi il radicchio in padella, unite un ciuffo di prezzemolo e uno spicchio di aglio tritati e saltate tutto per meno di 1'. Imburrate uno stampo (ø 16 cm) a bordi alti con fondo mobile (noi abbiamo usato un anello su una placca da forno) e cospargetelo di pangrattato. Eliminate la crosta del pancarré e con esso tappezzate il fondo dello stampo, senza che sormonti e usando i ritagli per riempire gli spazi vuoti. Coprite con un primo strato di finocchi, cospargete di grana e procedete con uno strato di radicchio. Battete le uova, passatevi il pancarré e fatene uno strato sul radicchio. Proseguite con uno strato di finocchi, grana, radicchio, altro grana e chiudete con uno strato di pane passato nell’uovo, spolverizzato anch’esso di grana. Infornate a 190 °C per 25' circa; infine sfornate e sfilate l’anello.  Affettate la pancetta e fatela diventare croccante asciugandola in una padella antiaderente ben calda o in forno. Tostate in padella le mandorle. Friggete ciuffetti di prezzemolo e foglie di salvia. Decorate lo sformato con le mandorle, la pancetta e le erbe.  

7 commenti:

  1. Questo sformato e' bellissimo!!! E grazie della tua visita, da oggi ti seguo con piacere!!!!

    RispondiElimina
  2. Che ricetta sfiziosa e bellissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Wow, ma è bellissima questa ricetta!!!Complimenti! bellissime foto!!!
    Francesca

    RispondiElimina
  4. ciao, molto molto bello il tuo blog...ma anche il gatto :) complimenti!!! Grazie per essere passata nella mia cucina e di seguirmi, contraccambio con molto piacere! :) Anna Grazia

    RispondiElimina
  5. Ciao Claudia, accidenti che millefoglie strepitosa!
    Adoro l'abbinamento di finocchio, radicchio e pancetta tesa, per non parlare del tocco speciale creato dalle mandorle :)
    Ti seguiamo con piacere, Un bacio, Ali.

    RispondiElimina
  6. Interessante questa ricetta!
    Complimenti per il blog!
    Da oggi ti seguo anch'io
    Marta
    http://researchandkitchen.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Ho provato a farli anch'io...buonissimi!!!!

    RispondiElimina