19/11/13

Vegan madeleines al tè matcha


Per mesi e mesi ho sognato di preparare delle madeleines verdi. Ormai è chiaro, lo avrete capito dai post precedenti, queste conchiglie morbide hanno decisamente conquistato il mio palato! Così non appena mi sono ritrovata davanti ad una confezione di tè matcha non ho saputo resistere e vi confesso cari miei che mi sono lasciata prendere la mano, ho sfornato ben 5 teglie da 12 per un totale di 60 madeleines. 
La mia intenzione è sempre stata quella di preparare la versione non vegan, quindi a base di uova e burro ma, un po per amore e un po per questione di valori nutrizionali sono passata alla versione vegan. Questa volta poiché non ho avuto la possibilità di far riposare l'impasto in frigorifero la gobbetta mi ha tradita e non si è palesata ma pazienza, il sapore non cambia e questo è ciò che importa no? Se dovete offrirle ad amici o parenti vi consiglio di farla salire ben bene però, le madeleines gobbe sono molto più simpatiche.
Ma perché il tè matcha? Forse non tutti lo conoscono, si tratta di un tè verde giapponese le cui foglie vengono ridotte in polvere, una polvere finissima e superverdebrillante capace di colorarvi da capo a piedi (quindi attenzione quando aprite la busta)! Inoltre contiene tante tante vitamine ed è un ottimo antiossidante....e quindi why not? Purtroppo in Italia non è facile trovare questo tè a buon prezzo, in Rinascente potete lasciare un rene per 100gr. quindi vi consiglio di chiedere in vecchie drogherie o in quei negozietti magici che per fortuna esistono ancora oggi, anche se rari, che hanno di tutto di più, dalle gabbie per uccelli a semi e prodotti alimentari semisconosciuti. Vi lascio la ricetta delle madeleines, ma state attenti alle dosi del tè, se esagerate otterrete un sapore eccessivamente amaro. Baci a tutti!





240gr farina 00
60gr. zucchero di canna
2 cucchiai di fecola
1 cucchiaino di lievito
1 presa di sale
80gr. olio di semi di mais
200gr. latte di soia
150gr. sciroppo d'agave
4 cucchiaini di tè matcha
burro vegetale 

In una ciotola capiente setacciate la farina, il lievito e la fecola, unite lo zucchero, il tè e una presa di sale. Shakerate l'olio con il latte e lo sciroppo d'agave e versate il tutto nelle polveri. Amalgamate bene il tutto mescolando bene dal basso verso l'alto . Coprite e fate riposare l'impasto in frigo per una notte (sarà proprio il passaggio dalla temperatura fredda al caldo del forno a far crescere la famosa gobbetta). Imburrate e infarinate lo stampo da madeleines e riempite  per 3/4 ogni cavità con l'impasto.  Scaldate il forno a 230° infornate  e dopo 5 minuti abbassate la temperatura a 180° fino a doratura.



PS: Presto la mia macchina fotografica sarà di nuovo in uso, vogliate perdonare dunque la mia mancanza di gusto nel fare foto con il cellulare, grazie.



Nessun commento:

Posta un commento